Progettazione e Riqualificazione del verde pubblico e privato

 

VERDE PUBBLICO

La progettazione e la gestione del verde urbano sono temi strettamente interconnessi che stanno assumendo una valenza sempre più importante per le amministrazioni pubbliche. In termini quantitativi si sottolinea una maggiore domanda di spazi verdi aperti, in termini qualitativi si evidenzia la necessità di rispondere con progetti a adeguati alle nuove esigenze di sostenibilità economica e ambientale, non ultima la domanda di sicurezza degli utenti. 

Un buon progetto nasce da un’accurata analisi del territorio in cui si colloca e dei bisogni di quanti lo vivranno. Occorre comprendere quali siano gli interessi strategici a livello programmatico di piano, le esigenze effettive a livello locale, per arrivare a un intervento consapevole e che tenga altresì conto delle risorse disponibili.

Al fine di ottenere un'adeguata interpretazione del paesaggio diventa fondamentale individuare le varie stratificazioni informative da cui è costituito:

  • il sistema di connessione dell’area di intervento con il contesto urbano;
  • le relazioni con altri nuovi interventi;
  • le componenti della storia da conservare e valorizzare;
  • le componenti vegetazionali nonché la vegetazione potenziale del contesto;
  • il sistema delle acque;
  • infine la morfologia del suolo.

Il processo iniziale per una buona progettazione parte pertanto con l’analisi della pianificazione territoriale e urbanistica ai diversi livelli di definizione (regionale, provinciale e comunale), che costituisce un importante momento di conoscenza del territorio, integrata con l’analisi di studi specifici, cartografie, fotografie aeree. A seguire, l'avvicinamento all'area d'intervento mediante sopralluogo.

Nella definizione del percorso progettuale e realizzativo è importante effettuare:

  • Un analisi preliminare sulle potenzialità del sito e sulle necessità delle specie vegetali;
  • Un capitolato che indichi nel dettaglio, anche qualitativo, tutte le operazioni necessarie per valorizzare il materiale vegetale;
  • La preparazione del sito d’impianto al fine di renderlo idoneo alla vita delle piante
  • La selezione di specie e individui idonei per la messa a dimora: a tal fine è necessario valutarne le caratteristiche morfologiche, fisiologiche e fitosanitarie e la fitness, ovvero la capacità di una specie/individuo vegetale di fornire benefici nel sito in cui sarà messo a dimora.
  • Cure durante la fase di attecchimento, ovvero quella in cui i nuovi impianti sono particolarmente suscettibili a stress biotici e abiotici, volte a prevedere e anticipare problemi quali stress idrico, compattazione del suolo, competizione con le infestanti;
  • Manutenzione volta a valorizzare la multifunzionalità delle specie vegetali;
  • Monitoraggio delle aree verdi al fine di identificare precocemente eventuali problemi imputabili a stress biotici e abiotici.

 

VERDE PRIVATO 

La progettazione del paesaggio eseguita dallo STUDIO TECNICO RICOTTONE prevede un studio preliminare in cui verranno elaborate una serie di proposte di riqualificazione dell'area, valutate sulla fattibilità delle stesse e sulla base delle esigenze del committente, al fine di ottenere un progetto del verde che soddisfi il cliente dal punto di vista estetico e funzionale.

In questa fase verrà realizzata una planimetria di progetto, accompagnata da render e ricostruzioni foto-realistiche che siano in grado di dare una visione del lavoro finale.

Una volta scelto il progetto del paesaggio da realizzare si proseguirà nella scelta dei materiali per le pavimentazioni, gli arredi, ed in particolar modo, le specie arboree che verranno piantate nel rispetto dell’ambiente pre-esistente. Verranno poi redatti gli elaborati necessari per la presentazione delle pratiche utili alla realizzazione dell’opera presso le amministrazioni pubbliche di competenza, quali pratiche paesaggistiche, DIA/SCIA,…